Principi in materia di diritto d’accesso

16 Ott 2017
16 ottobre 2017

Il T.A.R. fa il punto sugli approdi giurisprudenziali in materia di diritto di accesso.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

I comitati per i diritti delle prostitute o degli extracomunitari non possono impugnare l’ordinanza antiaccattonaggio

16 Ott 2017
16 ottobre 2017

Il TAR Friuli Venezia Giulia afferma che i comitati per i diritti delle prostitute o degli extracomunitari non sono legittimati a impugnare l'ordinanza del sindaco, recante “Misure di contrasto al degrado urbano causato dall’accattonaggio e mendacità molesta”.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato

Read more

Sull’autotutela possessoria del Comune

16 Ott 2017
16 ottobre 2017

Il T.A.R. Milano afferma che il Comune può esercitare, congiuntamente, sia l’autotutela possessoria sia l’azione giudiziaria per tutelare il possesso dei beni demaniali o del patrimonio indisponibile (c.d. ricorso possessorio), ex artt. 1168-1170 c.c. e art. 703 c.p.c..

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Immobile acquisito al patrimonio del Comune e precedente pignoramento da parte di un creditore

13 Ott 2017
13 ottobre 2017

L'acquisizione di un immobile in favore del Comune, prevista dalla legislazione urbanistica per le costruzioni realizzate in assenza o totale difformità del titolo, è opponibile al creditore che, sul medesimo immobile, abbia regolarmente trascritto il pignoramento prima della acquisizione da parte del Comune?

La Corte di Cassazione dice di si.

Post di Diego Giraldo – avvocato

Read more

Opere di urbanizzazione a scomputo appaltate: a vantaggio di chi va il ribasso d’asta?

13 Ott 2017
13 ottobre 2017

Il TAR Piemonte afferma che una interpretazione sistematica di quanto previsto dall’art. 16 del d.p.r. n. 380/2001 porti a concludere che le opere a scomputo, ai fini del calcolo di un eventuale conguaglio con gli oneri di urbanizzazione, debbano, come fatto dal comune nel caso deciso, essere valorizzate al costo effettivo, tenendo conto di eventuali ribassi d’asta ottenuti in gara.

Post di Daniele Iselle - funzionario comunale

Read more

Canoni di occupazione: GO o GA?

13 Ott 2017
13 ottobre 2017

Il T.A.R. afferma che l’impugnazione dell’avviso di pagamento di un canone per l’occupazione di un’area pubblica, trattandosi di un atto dovuto che non richiede l’esercizio di nessun potere discrezionale della P.A., deve essere proposta dinanzi al Giudice Ordinario. Per quanto concerne il regolamento, invece, le censure vanno promosse dinanzi al Giudice Amministrativo. Sul punto, però, occorre distinguere se si tratti di norme immediatamente lesive o meno: nel primo caso la censura va promossa istantaneamente, nel secondo, invece, nel momento in cui la P:A. quantifica la pretesa patrimoniale.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Per contestare l’elezione del Sindaco non sono sufficienti le mere irregolarità

12 Ott 2017
12 ottobre 2017

Il T.A.R. Veneto, con precipuo riferimento all’elezione del Sindaco del neo-istituito Comune di Val Liona, chiarisce che le mere irregolarità nella compilazione dei verbali non sono sufficienti ad inficiare l’elezione, in mancanza di prove certe e di chiare indicazioni sulle schede valide da annullare e su quelle nulle da rivalutare.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Procedimento di esproprio: come e quando vanno impugnati i vari atti della procedura

12 Ott 2017
12 ottobre 2017

Il procedimento di esproprio si articoli al suo interno in tre fasi distinte ed autonome: 1) quella della sottoposizione del bene a vincolo preordinato all’esproprio (artt. 9-12 D.P.R. 327/2001); 2) quella della dichiarazione di pubblica utilità dell’opera (artt. 12-17); 3) e quella della emanazione del decreto di esproprio (artt. 20-22).

Ciascuna di tali fasi si conclude con un autonomo provvedimento, immediatamente lesivo della sfera giuridica del soggetto proprietario del bene inciso dalla procedura di esproprio, e quindi autonomamente impugnabile.

Il TAR Piemonte chiarisce che, in sede di impugnazione del solo decreto di esproprio (terza fase), non possono essere fatti valere i vizi delle fasi precedenti, se gli atti conclusivi delle stesse non siano stati tempestivamente impugnati.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato
Read more

Anche il condono edilizio del 1985 può essere negato se l’opera viola le distanze e i diritti dei terzi

12 Ott 2017
12 ottobre 2017

Il TAR Pescara precisa che, se l'opera abusiva contrasta coi diritti dei terzi (per esempio per la violazione delle distanze), il comune non ha l'obbligo di rilasciare il condono con la clausola "fatti salvi i diritti dei terzi", ma può respingerlo per evitare di incorrere in responsabilità civile verso i terzi.

Per la possibile rilevanza dei diritti dei terzi sulla legittimazione a chiedere la sanatoria, si veda anche il post successivo. 

Post di Dario Meneguzzo - avvocato
Read more

La rilevanza dei diritti dei terzi sulla legittimazione a chiedere una sanatoria edilizia: il caso dell’usucapione

12 Ott 2017
12 ottobre 2017

Il TAR Pescara parte della premessa che i limiti al diritto di proprietà, previsti dal codice civile,  possono incidere anche sulla legittimazione ad ottenere il titolo abilitativo edilizio, nel senso che l’istante, per fondare il proprio interesse legittimo pretensivo, deve avere la piena disponibilità giuridica del bene, sul quale vuole costruire, tenendo presenti anche le concorrenti posizioni di terzi che limitano la sua proprietà.

Vista la questione da un altro punto di vista, se il soggetto che chiede la sanatoria afferma di essere proprietario di un'area per usucapione oppure di avere usucapito il diritto a tenere una costruzione a distanza inferiore a quella prevista, il comune non può respingere la richiesta, dicendo che l'usucapione deve essere accertata dal giudice civile con una sentenza, ma deve valutare la possibile fondatezza di tale asserita usucapione.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato

Read more

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows