Una volta rilevata la falsa rappresentazione della realtà per ottenere un titolo edilizio, l’annullamento è doveroso

13 Giu 2018
13 giugno 2018

Il TAR Veneto segue una linea molto rigorosa in materia di falsa rappresentazione della realtà finalizzata a ottenere un titolo edilizio: secondo il tribunale l'annullamento del titolo è doveroso, senza necessità di motivare in ordine al pubblico interesse e senza rilevanza del tempo trascorso.

Quindi non si forma un affidamento in capo all'interessato fedifrago.

Il TAR non distingue neppure tra i tipi di falso, se siano più o meno significativi ai fini dell'ottenimento del titolo. 

Nel caso esaminato si trattava della realizzazione di un ascensore nel cavedio interno di un edificio condominiale, senza che fosse stata rappresentata una apertura di un appartamento che si affacciava sui tale cavedio.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato


Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows