Il Governo impugna la l.r. 51/2019 sui sottotetti: come si regolano i comuni?

26 Feb 2020
26 febbraio 2020

Come risulta dal Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 30 del 21 Febbraio 2020, il Consiglio dei Ministri, ha deliberato di impugnare:

  • la legge della Regione Veneto 50 del 23/12/2019, recante “Disposizioni per la regolarizzazione delle opere edilizie eseguite in parziale difformità prima dell’entrata in vigore della legge 28 gennaio 1977, n. 10 (Norme in materia di edificabilità dei suoli)”, in quanto la legge, prevedendo la regolarizzazione amministrativa di opere edilizie, si pone in contrasto con i principi fondamentali stabiliti dalla legislazione statale in materia di governo del territorio, in violazione dell’art. 117, terzo comma, della Costituzione;
  • la legge della Regione Veneto n. 51 del 23/12/2019, recante “Nuove  disposizioni per il recupero dei sottotetti a fini abitativi”, in quanto alcune disposizioni riguardanti i parametri di altezza e luminosità degli ambienti si pongono in contrasto con i principi fondamentali posti dal legislatore statale in materia di "governo del territorio" e di "tutela della salute” di cui all’art. 117, terzo comma, della Costituzione, violando altresì il principio di ragionevolezza di cui all’art. 3 della Costituzione, e l’art. 32 della
    Costituzione, che riconosce la tutela della salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività; altre disposizioni riguardanti il permesso di costruire si pongono in contrasto con i principi fondamentali in materia di governo del territorio e violano l’art. 117, terzo comma, della Costituzione; altre disposizioni infine, prevedendo interventi di rilevanza
    paesaggistica, violano l’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione che attribuisce allo Stato la competenza in materia di paesaggio.

L'arch. Giacarlo Ghinello, che sentitamente ringraziamo, ci propone le seguenti questioni:

  • tra le nuove disposizioni per il recupero dei sottotetti a fini abitativi, dettate dalla L.R. 51/2019 ora impugnata, l’art. 6 stabiliva l’abrogazione della previgente L.R. 12/1999;
  • lo schema di Regolamento Edilizio riportato nelle “Linee Guida” di cui all’Allegato A alla D.G.R. n. 668/15.05.2018 contempla anche l’art. “III.I.1.8 Recupero dei sottotetti ai fini abitativi”, che richiama espressamente l’applicazione delle disposizioni di cui alla L.R. n. 12/1999 ora abrogata;
  • al fine di adempiere, adeguando il REC al RET il termine temporale fissato per i Comuni è stato rideterminato al 30.09.2020 per tramite della L.R. n. 49/23.12.2019; molti Comuni stanno portando a termine questo compito, adeguando, in particolare, anche l’intero articolo relativo al recupero dei sottotetti alla recente L.R. 51/2019;
  • quali suggerimenti si possono, quindi, dare ai Comuni che stanno adeguando o hanno già adeguato il REC nel rispetto di quanto dettato dalla L.R. 51/2019, in rapporto ad eventuali richieste di rilascio dei titoli abilitativi, nell’attesa della decisione finale?

Da parte nostra, evidenziamo che l'impugnazione da parte del Governo non impedisce l'entrata in vigore della legge e, una volta entrata in vigore, non la sospende in attesa della decisione nel merito da parte della Corte Costituzionale; eventualmente la Corte Costituzionale potrebbe decidere la sospensione in via provvisoria, ma questo non è automatico.

Alleghiamo il comunicato del Consiglio dei Ministri e le disposizioni che regolano la sospensione di una legge impugnata da parte della Corte Costituzionale.

Qualche lettore vuole raccontarci cosa intende fare il proprio comune?

CONS MINISTRI n 30_21 02 2020_Veneto_leggi impugnate

sospensione leggi Corte cost.

Tags:
2 replies
  1. emanuela volta says:

    Come l’arch. Dal Zotto, anche i comuni del veronese che sto seguendo per la predisposizione dei REC adeguati al RET regionale hanno inserito i parametri della nuova legge sui sottotetti, senza varianti urbanistiche. Un REC è stato approvato ieri (Comune di Dolce) e altri sono in approvazione entro marzo (Peschiera, salizzole, Zimella, Arcole…).

    Rispondi
  2. Anonimo says:

    Nella speranza di poter essere utile, informo che noi (comune di Spinea) a breve . entro marzo 2020 – approveremo il rec adeguato al ret regionale (dgrv 669/2019) e introdurremo anche i parametri della nuova legge regionale sui sottotetti impugnata (l.r. 51/2019). Non sarà necessario, nel ns. caso, accompagnare l’edeguamento del Rec con alcuna variante urbanistica a perchè non escluderemo ambiti nè modificheremo le attuali nome sulla monetizzazione.

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows