Author Archive for: SanVittore

Le fonti del diritto al tempo dell’emergenza: convegno in videoconferenza 3 aprile 2020

02 Apr 2020
2 aprile 2020

Il convegno si svolgerà domani, venerdì 3 aprile 2020, sulla piattaforma Zoom dalle 15.30 alle 17.

Interverranno: avv. Stefano Bigolaro, avv. Michele Tiengo, prof. avv. Mario Bertolissi e altri.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione e fino ad esaurimento dei posti sulla piattaforma ZOOM.

Per informazioni ed iscrizioni: E-MAIL CATVENETO@GMAIL.COM

Aggiornamenti e notizie sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/avvocatitributaristiveneto/

Locandina 3 apr 20

D.P.C.M. 01 aprile 2020

02 Apr 2020
2 aprile 2020

Pubblichiamo il d.P.C.M. del 01 aprile 2020 contenente la proroga fino al 13 aprile pv. delle cd. misure restrittive per contrastare le diffusione del Covid-19 già previste dai precedenti decreti ministeriali ed interministeriali.

DPCM 1 aprile 2020.pdf

Emergenza COVID-19: le misure a sostegno della liquidità attraverso il sistema bancario

02 Apr 2020
2 aprile 2020

L'avv. Gianni Solinas, dello studio MDA di Padova, che sentitamente ringraziamo, ci invia un articolo, che volentieri pubblichiamo, relativo ai rapporti tra il cliente e la banca in conseguenza dei provvedimenti legislativi e regolamentari riguardanti l'emergenza COVID-19

EMERGENZA COVID -19 E LE MISURE A SOSTEGNO DELLA LIQUIDITA' ATTRAVERSO IL SISTEMA BANCARIO (IL D.L. 18-20 E NON SOLO) 

Cosa succede se manca il preavviso di rigetto

02 Apr 2020
2 aprile 2020

Il TAR Veneto ha ricordato che il preavviso di rigetto ex art. 10-bis l. 241/1990 si applica anche ai procedimenti di sanatoria e condono edilizi, ma, se la P.A. non lo invia, non è  detto che il diniego finale sia sempre illegittimo.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Il concessionario autostradale – società privata – è tenuto al rispetto del Codice appalti?

02 Apr 2020
2 aprile 2020

Il TAR Veneto ha fornito la risposta, a partire dall’art. 177 d.lgs. 50/2016.

Nel caso di specie, il concessionario aveva correttamente disposto una procedura ad evidenza pubblica per l’affidamento del contratto di noleggio, lavaggio e manutenzione dei dispositivi ad alta visibilità.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Il requisito della Zona propria ai sensi del vecchio Piano Casa

02 Apr 2020
2 aprile 2020

Nel caso di specie, il Comune negava al privato il PdC per la ristrutturazione del proprio immobile con Piano Casa ex art. 3 l.r. Veneto 14/2009 ss.mm.ii., poiché l’immobile aveva destinazione commerciale ma ricadeva in Zona agricola, perciò difettava il requisito dell’insistenza del manufatto in Zona propria.

Il privato impugnava il diniego, affermando che la destinazione commerciale era stata oggetto di condono.

Il TAR Veneto ha respinto il ricorso, rilevando che il condono non permetteva di ritenere presente il requisito della Zona propria.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Porto d’armi e giudizio di inaffidabilità

02 Apr 2020
2 aprile 2020

Il T.A.R. Veneto ricorda che per il rilascio/revoca della licenza del porto d’armi ha P.A. gode di un amplio potere discrezionale, che si sostanzia in un giudizio probabilistico e/o prognostico, censurabile solo difetto di istruttoria/motivazione o per macroscopici vizi di illogicità/irragionevolezza.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Catasto: ora visibili le mappe sullo smartphone e sul pc con un’app

01 Apr 2020
1 aprile 2020
Sul sito  https://www.tmap.it/ è possibile scaricare un'app per smartphone e sul pc per vedere le mappe catastali su google satellite integrate 
 
post di Daniele Iselle - funzionario comunale
.

No alla compatibilità paesaggistica per i volumi interrati

01 Apr 2020
1 aprile 2020

Il T.A.R. Brescia ha negato la compatibilità paesaggistica ad un intervento edilizio abusivo comportante un incremento del tetto di soli 38 cm, ma compensato dall’incassamento nel terreno di una parte maggiore dell’immobile.

Il Collegio giunge a tale conclusone ricordando l’applicazione giurisprudenziale dell’art. 167 del d. lgs. n. 42/2004 che, come noto, esclude dalla compatibilità paesaggistica ogni opera determinante un volume e/o una superfice utile percepibile dall’esterno.

Tale approdo viene poi esteso anche ai volumi interrati in tutto e/o in parte.

In realtà, altra parte della giurisprudenza nega tale assunto se l’opera de qua è completamente interrata e, quindi, non è percepibile dall’esterno.

Tale orientamento, a giudizio di chi scrive, appare maggiormente ragionevole, essendo necessario valutare se l’opera, globalmente considerata, abbia inciso in senso peggiorativo sul paesaggio circostante.

Analogo discorso, sempre a parere dello scrivente, dovrebbe essere svolto con riferimento alle altre difformità minimali del fabbricato (i.e. colmo leggermente più alto e/o diversa dislocazione delle forometrie).

Pertanto, citando il famoso cantautore Francesco De Gregori, è proprio il caso di dire: “Cercavi giustizia, ma trovasti la legge”.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

L’istanza di modifica della destinazione urbanistica non sospende il procedimento di irrogazione dell’ordinanza di demolizione

01 Apr 2020
1 aprile 2020

Nel caso di specie, un Comune avviava nei confronti dei privati il procedimento di irrogazione dell’ordinanza di demolizione, per un fabbricato, su cui non erano riusciti ad ottenere il condono.

I privati, dal momento che il PAT aveva inserito il loro fondo all’interno delle aree di riqualificazione o riconversione, avanzavano istanza di modifica della destinazione urbanistica e contestualmente chiedevano la sospensione del procedimento sanzionatorio, perché a loro dire una volta ottenuto il cambio di destinazione avrebbero potuto avanzare istanza di sanatoria per doppia conformità.

Il Comune, però, concludeva il procedimento ordinando la demolizione.

Il TAR Veneto ha affermato che correttamente il Comune non aveva seguito la tesi dei privati.

Peraltro, non è configurabile alcun obbligo in capo al Comune di avviare il procedimento di variante per l’attribuzione ad un’area già pianificata di una determinata destinazione urbanistica, fatte salve le ipotesi in cui sussistano affidamenti qualificati.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows