Archive for category: sanzioni amministrative

Principi utili in materia di annunci pubblicitari delle strutture sanitarie

16 Ott 2019
16 ottobre 2019

Li ha offerti il TAR Parma: in particolare, deve ritenersi ancora in vigore l’art. 5, co. 5 l. 175/1992 che impone alle strutture sanitarie di indicare il nome del direttore sanitario nelle proprie pubblicità, pena la sospensione dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività da sei mesi ad un anno. Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Sull’onere della prova dell’ultimazione entro una certa data di un’opera edilizia

15 Ott 2019
15 ottobre 2019

Una sentenza del TAR Veneto in primo luogo ribadisce il principio fondamentale secondo il quale l’onere della prova dell’ultimazione entro una certa data di un’opera edilizia grava sul privato interessato. In secondo luogo, però, il TAR ricorda che la giurisprudenza ammette un temperamento secondo ragionevolezza nel caso in cui, il privato da un lato porti a sostegno della propria […]

Riparto dell’onere della prova sul tempo di realizzazione dell’abuso edilizio

11 Ott 2019
11 ottobre 2019

Il TAR Veneto ha ricordato che spetta al privato dimostrare il tempo di realizzazione dell’abuso edilizio prima di una certa data, ma ove riesca a produrre elementi non implausibili, spetta al Comune confutare le prove addotte onde dimostrare la legittimità dell’ordinanza di demolizione. Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Sulla c.d. “tolleranza di cantiere” del 2%

03 Ott 2019
3 ottobre 2019

Una sentenza del TAR Veneto si occupa del comma 2-ter dell’art. 34 DPR 380/2001, che prevede la tolleranza del 2%. Il TAR Veneto afferma che la misurazione del 2% va fatta in concreto, comparando il progetto approvato e quanto effettivamente realizzato e che per valutare la rilevanza degli scostamenti non rilevano le definizioni ed il metodo […]

Impugnazione da parte del terzo denunziante dei provvedimenti edilizi di risposta non soddisfacenti

02 Ott 2019
2 ottobre 2019

Il TAR Trieste precisa quando il terzo, che abbia chiesto alla P.A. l’annullamento in autotutela del titolo edilizio rilasciato al vicino, può impugnare la risposta non soddisfacente emanata dal comune. Anche se il caso riguarda i rapporti condominiali, il TAR riconosce la giurisdizione amministrativa. Post di Dario Meneguzzo – avvocato

Spetta al privato dimostrare il tempo di realizzazione dell’abuso edilizio

01 Ott 2019
1 ottobre 2019

Nel caso di specie, i privati sostenevano che i loro immobili siti in Venezia risalivano agli anni ’30 e, perciò, non se ne può oggi ordinare la demolizione per mancanza del titolo edilizio: tanto più che, medio tempore, il Comune aveva rilasciato su quegli stessi immobili l’autorizzazione agli scarichi e la menzione in un Piano […]

Un esempio di calcolo della sanzione ex art. 38 D.P.R. 380/2001

23 Set 2019
23 settembre 2019

L’art. 38 DPR 380/2001 dispone che: “1. In caso di annullamento del permesso di costruire, qualora non sia possibile, in base a motivata valutazione, la rimozione dei vizi delle procedure amministrative o la restituzione in pristino, il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale applica una sanzione pecuniaria pari al valore venale delle opere o loro parti abusivamente eseguite”. […]

Acquisizione gratuita al patrimonio comunale di un abuso edilizio

16 Set 2019
16 settembre 2019

Il TAR Catania ha ricordato che, ai sensi dell’art. 31, co. 3 d.P.R. 380/2001, in caso di mancata demolizione dell’abuso edilizio l’acquisizione della relativa area di sedime è automatica e non richiede motivazione; invece, l’acquisizione di un’area ulteriore, non superiore al decuplo, deve essere motivata spiegando le opere che ivi si rendono necessarie ai fini […]

Come si prova la data di realizzazione di un immobile?

05 Set 2019
5 settembre 2019

Il T.A.R. ricorda che spetta al privato dimostrare al Comune che un’opera edilizia è stata realizzata prima del 1967 (nei casi in cui questa data rileva). Post di Matteo Acquasaliente – avvocato

La legge regionale non può escludere in alcun caso la sanatoria per doppia conformità

26 Ago 2019
26 agosto 2019

Nel caso di specie, il Comune rigettava l’istanza di sanatoria per doppia conformità avanzata dalla società titolare di una sala giochi, alla luce di un’interpretazione restrittiva dell’art. 54, co. 8 l.r. Veneto 30/2016. Il TAR Veneto ha invece affermato che la doppia conformità è un principio generale dell’ordinamento posto dalla legge statale, ove peraltro l’oblazione […]

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows