Lo ius sepulchri

21 Feb 2024
21 Febbraio 2024

Il Tribunale di Ragusa si è allineato alla Corte di cassazione nell’affermare che nel sepolcro ereditario lo ius sepulchri si trasmette nei modi ordinari, per atto inter vivos o mortis causa, come qualsiasi altro diritto, dall’originario titolare anche a persone non facenti parte della famiglia, mentre nel sepolcro gentilizio o familiare – tale dovendosi presumere il sepolcro, in caso di dubbio – lo ius sepulchri è attribuito, in base alla volontà del testatore, in stretto riferimento alla cerchia dei familiari destinatari del sepolcro stesso, acquistandosi dal singolo iure proprio sin dalla nascita, per il solo fatto di trovarsi col fondatore nel rapporto previsto dall’atto di fondazione o dalle regole consuetudinarie, iure sanguinis e non iure successionis, e determinando una particolare forma di comunione fra contitolari, caratterizzata da intrasmissibilità del diritto, per atto tra vivi o mortis causa, imprescrittibilità e irrinunciabilità. Tale diritto di sepolcro si trasforma da familiare in ereditario con la morte dell’ultimo superstite della cerchia dei familiari designati dal fondatore, rimanendo soggetto, per l’ulteriore trasferimento, alle ordinarie regole della successione mortis causa.

Post di Dario Meneguzzo – avvocato

Read more

Ai fini dello ius sepulchri, chi sono i discendenti?

21 Feb 2024
21 Febbraio 2024

Il Tribunale di Ragusa si è allineato alla Corte di cassazione nell’affermare che la famiglia, del fondatore o dei fondatori, è costituita da un nucleo sociale formato da persone del medesimo sangue o legate tra loro da vincoli di matrimonio, ancorché non aventi lo stesso cognome, salva l’eventuale contraria volontà dei fondatori stessi, ai quali è riconosciuta la facoltà di ampliare o restringere la sfera dei beneficiari del diritto: così che, ove nessuna diversa volontà sia stata manifestata, in forma espressa o tacita, dai fondatori, deve necessariamente ritenersi che tutti i componenti della famiglia, aventi vincoli di sangue con i fondatori – anche se con diverso cognome – abbiano diritto di essere ospitati nel sepolcro familiare. Della famiglia fanno parte, quindi, anche le figlie femmine coniugate, in quanto aventi lo stesso sangue del fondatore.

Post di Dario Meneguzzo – avvocato

Read more

Lo ius sepulchri non si può vendere

21 Feb 2024
21 Febbraio 2024

Il Tribunale di Ragusa ha affermato che l’art. 93, co. 1 d.P.R. 285/1990 (“Il diritto di uso delle sepolture private concesse a persone fisiche è riservato alle persone dei concessionari e dei loro familiari”) rende nullo l’eventuale atto di vendita (anche se dissimulato in una donazione) dello ius sepulchri.

Post di Dario Meneguzzo – avvocato

Read more

Il vincolo cimiteriale

21 Feb 2024
21 Febbraio 2024

Il TAR Veneto ha offerto una pregevole ricostruzione del vincolo cimiteriale imposto dall’art. 338 r.d. 1265/1934 (Testo Unico delle leggi sanitarie) e dall’art. 57 d.P.R. 285/1990 (Regolamento di polizia mortuaria).

Post di Alberto Antico – avvocato

Read more

Quando il Comune si accorge 40 anni dopo che una licenza edilizia non rispetta il vincolo cimiteriale…

21 Feb 2024
21 Febbraio 2024

Il TAR Veneto ha annullato l’atto del 2014 con cui un Comune annullava in autotutela una licenza edilizia del 1972 ed un certificato di agibilità del 1981, relativi a due capannoni avicoli siti in zona agricola, lunghi all’incirca 130 metri, ricadenti fin dall’inizio all’interno della fascia di rispetto cimiteriale (capannoni, peraltro, oggetto di un condono del 1996).

Visto il lungo lasso di tempo trascorso, nonché l’assenza di falsità dichiarative negli originari progetti assentiti, il TAR ha inteso tutelare l’affidamento del privato alla conservazione dei propri capannoni.

Post di Alberto Antico – avvocato

Read more

Il Consiglio di Stato e il vincolo cimiteriale

21 Feb 2024
21 Febbraio 2024