Avvio al recupero dei rifiuti urbani e privativa del gestore del servizio pubblico integrato di gestione dei rifiuti

16 Ott 2019
16 ottobre 2019

Una corposa sentenza del TAR Veneto chiarisce che l’avvio al recupero dei rifiuti urbani è oggetto di privativa da parte del gestore del servizio pubblico integrato di gestione dei rifiuti, pertanto non può ritenersi suscettibile di essere svolto anche dai privati muniti delle prescritte autorizzazioni ambientali.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato 

Read more

Nullità del provvedimento per violazione del giudicato

16 Ott 2019
16 ottobre 2019

Il TAR Veneto ha offerto alcuni principi utili in materia: nel caso di specie, il TAR ha ritenuto legittimo il secondo diniego di condono, intervenuto dopo che il primo diniego era stato annullato in sede giudiziale.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Principi utili in materia di annunci pubblicitari delle strutture sanitarie

16 Ott 2019
16 ottobre 2019

Li ha offerti il TAR Parma: in particolare, deve ritenersi ancora in vigore l’art. 5, co. 5 l. 175/1992 che impone alle strutture sanitarie di indicare il nome del direttore sanitario nelle proprie pubblicità, pena la sospensione dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività da sei mesi ad un anno.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Sull’onere della prova dell’ultimazione entro una certa data di un’opera edilizia

15 Ott 2019
15 ottobre 2019

Una sentenza del TAR Veneto in primo luogo ribadisce il principio fondamentale secondo il quale l'onere della prova dell'ultimazione entro una certa data di un'opera edilizia grava sul privato interessato.

In secondo luogo, però, il TAR ricorda che la giurisprudenza ammette un temperamento secondo ragionevolezza nel caso in cui, il privato da un lato porti a sostegno della propria tesi sulla realizzazione dell'intervento prima di una certa data elementi non implausibili (aerofotogrammetrie, dichiarazioni sostitutive di edificazione) e, dall'altro, il Comune fornisca elementi incerti in ordine alla presumibile data della realizzazione del manufatto privo di titolo edilizio, o con variazioni essenziali.

La questione della datazione degli immobili (sia che si tratti della loro costruzione sia che interessi la loro conformazione) è destinata a diventare sempre più problematica col passare degli anni, perchè man mano che se ne vanno le persone che possiedono la memoria storica diventa davvero difficile per chiunque ricostruire come fosse lo stato dei luoghi per esempio nel 1966.

Come dice, infatti, la famosa canzone di Fabrizio De Andrè "Valzer per un amore":

"Vola il tempo lo sai che vola e va,
forse non ce ne accorgiamo
ma più ancora del tempo che non ha età,
siamo noi che ce ne andiamo".

A mio parere, per evitare che la maggior parte degli immobili italiani siano potenzialmente abusivi, a un certo punto bisognerà arrivare a dire che è la P.A. che dovrà dimostrare che l'immobile è abusivo e, se non ci riesce, si dovrà presumere che sia regolare.

In fin dei conti un celebre broccardo latino afferma che: "Onus probandi incumbit ei qui dicit" (l'onere della prava grava su chi afferma una cosa), che è confermato anche dall'articolo 2697 del codice civile.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato

Read more

La difficoltà di applicare la legge regionale veneta n. 37 del 2019, in materia di equo compenso per le prestazioni professionali

15 Ott 2019
15 ottobre 2019

In data 16 settembre 2019 abbiamo pubblicato la legge regionale veneta n. 37 del 2019, in materia di equo compenso per le prestazioni professionali.

Qualche giorno prima, il 5 settembre, avevamo pubblicato sul tema una nota degli urbanisti dott. Daniele Rallo e Luca Rampado.

A giudizio degli operatori (uffici tecnici dei comuni, per esempio, o anche gli architetti) la legge non è chiara.

Tra l'altro, secondo alcuni, il decreto Bersani non si applicherebbe più e il corrispettivo risultante dal D.M. non sarebbe soggetto a ribasso.

L'arch. Andrea Testolin, dirigente del Comune di Creazzo, che sentitamente ringraziamo, ci invia una annotazione in calce a alcuni articoli della legge, che volentieri pubblichiamo,  che evidenzia i passaggi che rendono la legge difficile da applicare.

Legge regionale 10 settembre 2019 37

Spettano al G.O. le controversie sulla revoca del contratto d’appalto disposta dalla P.A. per inadempienze dell’appaltatore

15 Ott 2019
15 ottobre 2019

Lo ha affermato il TAR Veneto.

Parimenti, spettano al G.O. anche le controversie sull’escussione della cauzione definitiva o della polizza fideiussoria.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Principi utili in materia di inibitoria della SCIA edilizia

14 Ott 2019
14 ottobre 2019

Il TAR Veneto, a partire dall’art. 19 l. 241/1990, ha affermato che:

- Sebbene l’art. 19, co. 4 cit. rinvii alla disciplina dell’annullamento d’ufficio ex art. 21-nonies l. 241/1990, il potere inibitorio del Comune avverso la SCIA edilizia non è giuridicamente qualificabile come autotutela;

- La valutazione sul decorso del termine ragionevole deve essere effettuata al momento della scadenza del termine entro cui l’Amministrazione è tenuta a compiere le verifiche sollecitate dal terzo;

- Se il Comune decide di non esercitare i propri poteri inibitori, deve dare conto in motivazione della posizione del terzo leso dall’attività edilizia del privato.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Inquinamento: sulle misure di prevenzione

14 Ott 2019
14 ottobre 2019

Il T.A.R. si sofferma sulle misure di prevenzione che devono essere adottate in caso di inquinamento.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Offerte prive dei requisiti tecnici

14 Ott 2019
14 ottobre 2019

Il T.A.R. ricorda che un’offerta priva dei requisiti tecnici essenziali deve essere esclusa, anche se il bando non prevede espressamente tale misura espulsiva. Infatti, per poter fornire un prodotto equivalente, l’offerente deve rendere espressamente la dichiarazione prevista dall’art. 68 del d. lgs. n. 50/2016.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Sull’esclusione per collegamento sostanziale

12 Ott 2019
12 ottobre 2019

Il T.A.R. Milano chiarisce quando è necessario escludere un offerente dalla gara, ex art. 80, c. 5 lett. m) del d. lgs. n. 50/2016, stante la presenza di un cd. collegamento sostanziale tra le imprese partecipanti.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows