Sul vizio di disparità di trattamento

06 Dic 2021
6 dicembre 2021

Il TAR Piemonte sottolinea che non è invocabile il vizio di disparità di trattamento in quelle ipotesi in cui sia stato illegittimamente concesso un beneficio a un terzo, che il privato vorrebbe dunque vedere riconosciuto anche a sé; inoltre, ricorda che tale vizio è invocabile solamente in presenza di ipotesi perfettamente identiche.

Post di Alessandra Piola – avvocato

Read more

Come si interpretano le convenzioni urbanistiche?

06 Dic 2021
6 dicembre 2021

Il T.A.R. chiarisce alcuni canoni ermeneutici delle convenzioni urbanistiche.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Sulla pianificazione urbanistica

06 Dic 2021
6 dicembre 2021

Il T.A.R. ricorda i principi che disciplinano la potestà edificatoria dei Comuni ed i poteri che i Giudici Amministrativi in merito alle scelte sul governo del territorio operate dalle Pubbliche Amministrazioni.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Il soccorso istruttorio in materie diverse dagli appalti

03 Dic 2021
3 dicembre 2021

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana ha affermato che, nel caso di erogazione di sovvenzioni, contributi e sussidi pubblici, qualora l’istanza di un privato risulti incompleta, la P.A. non può concedere il soccorso istruttorio per come regolato dal Codice degli appalti (cfr. art. 83, co. 9 d.lgs. 50/2016), bensì al più il soccorso istruttorio di cui all’art. 6 l. 241/1990, ma anche quest’ultimo nei limiti imposti dai principi di minima cooperazione e par condicio tra i privati istanti.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Discrezionalità della P.A. nel rilascio del porto d’armi

03 Dic 2021
3 dicembre 2021

Il TAR Piemonte sottolinea ancora una volta la discrezionalità che caratterizza l’Amministrazione nel rilascio del porto d’armi, in particolare in merito alla capacità di valutare preventivamente – e dunque con funzione cautelare – la possibilità per il soggetto richiedente di abusarne l’uso una volta entratovi legalmente in possesso.

Post di Alessandra Piola – avvocato

Read more

I lavori relativi al cappotto termico necessitano dell’autorizzazione paesaggistica?

02 Dic 2021
2 dicembre 2021

Sul punto evidenziamo due linee interpretative in “apparente” contrasto da parte del Ministero.

Infatti, la Circolare del Ministero della Cultura – Direzione generale archeologia belle arti e paesaggio n. 4 del 04.03.2021, integrando quella n. 42 del 21.07.2017, sembrava aver chiarito che gli interventi relativi al cappotto termico dovevano essere estromessi dall’ottenimento dell’autorizzazione paesaggistica, rientrando nell’esclusione prevista dalla voce A.2dell’allegato A del d.P.R. n. 31/2017 (“interventi sui prospetti o sulle coperture degli edifici, purché eseguiti nel rispetto degli eventuali piani del colore vigenti nel comune e delle caratteristiche architettoniche, morfo-tipologiche, dei materiali e delle finiture esistenti, quali: rifacimento di intonaci, tinteggiature, rivestimenti esterni o manti di copertura; opere di manutenzione di balconi, terrazze o scale esterne; integrazione o sostituzione di vetrine e dispositivi di protezione delle attività economiche, di finiture esterne o manufatti quali infissi, cornici, parapetti, lattonerie, lucernari, comignoli e simili; interventi di coibentazione volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici che non comportino la realizzazione di elementi o manufatti emergenti dalla sagoma, ivi compresi quelli eseguiti sulle falde di copertura. Alle medesime condizioni non è altresì soggetta ad autorizzazione la realizzazione o la modifica di aperture esterne o di finestre a tetto, purché tali interventi non interessino i beni vincolati ai sensi del Codice, art. 136, comma 1, lettere a), b) e c) limitatamente, per quest’ultima, agli immobili di interesse storico-architettonico o storico-testimoniale, ivi compresa l’edilizia rurale tradizionale, isolati o ricompresi nei centri o nuclei storici”), allorquando l’incremento di spessore fosse pressoché insignificante o minimale, ovvero non alterasse l’aspetto esteriore anche in termini di finiture.

La recente Circolare del Ministero della Cultura – Soprintendenza archeologia, belle arti paesaggio per le Province di Verona, Rovigo e Vicenza datata 15.11.2021 prot. 30660, però, ha ulteriormente specificato che gli interventi di isolamento termico non rientrano affatto nella voce A.2, bensì nella voce B.3dell’allegato B del d.P.R. n. 31/2017 (“interventi sui prospetti, diversi da quelli di cui alla voce B.2, comportanti alterazione dell’aspetto esteriore degli edifici mediante modifica delle caratteristiche architettoniche, morfo-tipologiche, dei materiali o delle finiture esistenti, quali: modifica delle facciate mediante realizzazione o riconfigurazione di aperture esterne, ivi comprese vetrine e dispositivi di protezione delle attività economiche, o di manufatti quali cornicioni, ringhiere, parapetti; interventi sulle finiture esterne, con rifacimento di intonaci, tinteggiature o rivestimenti esterni, modificativi di quelli preesistenti; realizzazione, modifica o chiusura di balconi o terrazze; realizzazione o modifica sostanziale di scale esterne”), ovvero sono soggetti ad autorizzazione paesaggistica semplificata.

Quindi, si consiglia cautela prima di ritenere non necessaria l’autorizzazione paesaggistica con riferimento agli immobili de quibus.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

circolare 4 del 2021

circolare 42 del 2017

circolare 15.11.2021

Linee-guida per l’applicazione degli articoli 79 e 81 delle Norme Tecniche del PTRC

02 Dic 2021
2 dicembre 2021

E' stata pubblicata sul Bur n. 159 del 30/11/2021 (Codice interno: 463841) la deliberazione della Giunta Regionale n. 1619 del 19 novembre 2021, recante <Nuovo Piano Territoriale Regionale di Coordinamento (PTRC) approvato con con deliberazione del Consiglio regionale n. 62 del 30 giugno 2020. Approvazione delle "Linee-guida per l'applicazione degli articoli 79 e 81 delle Norme Tecniche del PTRC">

L'articolo 79 riguarda le architetture del Novecento.

L'articolo 81 si occupa dell'adeguamento degli strumenti territoriali e urbanistici:

"ARTICOLO 81 - Adeguamento degli strumenti territoriali e urbanistici
1. Le Province, la Città metropolitana di Venezia e i Comuni, entro 12 mesi dall’entrata in vigore del presente piano, adeguano i propri strumenti territoriali e urbanistici ai contenuti dello stesso, ai sensi dell’articolo 3 e del comma 5 dell’articolo 12, della l.r. 11/2004.
2 L’inutile decorso del termine di cui al comma 1 comporta l’applicazione dei poteri sostitutivi ai sensi dell’articolo 30 della l.r. 11/2004.
3. Le Province, la Città metropolitana di Venezia e i Comuni, entro il termine di cui al comma 1, individuano le previsioni degli strumenti territoriali e urbanistici che risultano già adeguate al presente piano e inviano il relativo provvedimento per conoscenza alla Provincia, alla Città metropolitana di Venezia e alla Regione.
4. L’adeguamento degli strumenti territoriali e urbanistici può avvenire anche con più varianti parziali, che devono comunque riguardare singole tematiche o ambiti territoriali omogenei".

DGR 1619 del 19 novembre 2021

Dgr_1619_21_AllegatoA_463841

Attuazione della direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili.

02 Dic 2021
2 dicembre 2021

E' stato pubblicato sulla G.U. n. 42/L di martedì, 30 novembre 2021 , il decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 199, recante "Attuazione della direttiva (UE) 2018/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2018, sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili".

20211130_285_SO_042

Attuazione della direttiva (UE) 2019/904 sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente. IL

02 Dic 2021
2 dicembre 2021

E' stato pubblicato sul supplemento ordinario n. 41/L alla GAZZETTA UFFICIALE del 30 novembre 2021 il decreto legislativo 8 novembre 2021 , n. 196, recante "Attuazione della direttiva (UE) 2019/904, del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 giugno 2019 sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente".

20211130_285_SO_041

Alcuni materiali del webinar del 19 novembre 2021 sul D.M. 1444 del 1968

01 Dic 2021
1 dicembre 2021

Pubblichiamo i documenti al momento disponibili relativi alle relazioni del convegno del 19 novembre 2021 sul D.M. 1444 del 1968, organizzato dall'Ordine degli Architetti di Verona, in collaborazione con Italiaius

Iselle - webinar deroga l'inderogabile - diapositive numerate

Acquasaliente - evoluzione giurisprudenza civile e amministrativa dm 1444 del 1968

Acquasaliente - deroghe dm 1444 del 1968

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows