Da quando decorre il termine per impugnare l’ammissione?

17 Gen 2018
17 gennaio 2018

Il T.A.R. Milano, conformemente al T.A.R. Veneto ed alle recenti pronunce del Consiglio Stato, afferma che il termine di trenta giorni per impugnare l’ammissione altrui decorre da quando si ha piena conoscenza di questo evento. I Giudici, superando un’interpretazione formalistica e letterale del vigente art. 29 del D. Lgs. n. 50/2016, giungono a ritenere che il dies a quo è costituito anche dal momento in cui, in seduta pubblica, è stata ammessa l’offerta altrui, purché i vizi fossero chiaramente individuabili già in quella sede e, ovviamente, fosse presente la ditta che fa poi valere l’esclusione altrui.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows