Abusi: l’acquisizione va disposta anche nei confronti del proprietario incolpevole?

18 Ott 2018
18 Ottobre 2018

Di regola sì.

Il T.A.R. si sofferma sulla portata applicativa dell’art. 31 del d.P.R. n. 380/2001 che, come noto, prevede la notifica dell’ordine demolitorio non ottemperato e del successivo provvedimento acquisitorio anche nei confronti del proprietario non responsabile dell’abuso edilizio, trattandosi di provvedimenti c.d. ambulatoriali, ovvero che seguono le vicende della res. Pertanto, anche il proprietario attuale non responsabile dell’abuso è un soggetto destinatario di questi provvedimenti. Egli, infatti, sono in casi eccezionali potrà essere estraneo al provvedimento acquisitorio: detto in altre parole, se questo soggetto riesce a dimostrare che, oltre a non aver commesso l’abuso, ha posto in esse tutte le condotte materiali e giuridiche atte a ripristinare la legalità violata, l’ente non potrà disporre, nei suoi confronti, l’acquisizione del bene abusivo e dell’area di sedime corrispondente.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows