Il RECRED (Registro Elettronico dei Crediti Edilizi) e il blocco delle varianti urbanistiche

01 Feb 2021
1 Febbraio 2021

Pubblichiamo una nota dell'avv. Alessandra Piola, che sentitamente ringraziamo, sulla (confusa) questione del blocco delle varianti urbanistiche nel caso in cui non sia stato istituito il RECRED

RECRED

Allegato A alla d.G.R. n. 263_2020

Tags:
3 replies
  1. Anonimo says:

    Buon giorno – Avvocato mi sa che ha ragione Lei, infatti è arrivata una nota in data 24-03-2021 dalla Regione(Direzione Pianificazione Territoriale), a tutti i Comuni in tal senso, che in sostanza dice: divieto di adottare varianti, per gli Enti Comunali che non abbiano ancora provveduto all’istituzione del RECRED –
    tranne quelle ” che si rendono necessarie per l’adeguamento obbligatorio per legge”, e fin qui non mi pare che dicano nulla di diverso rispetto all’art. 4 comma 7 e 8 della LR n. 14/2019- Veneto 2050-
    Per i Comuni non dotati di PAT il termine è il 25 giugno 2022-
    — geom. giglio

    Rispondi
  2. Anonimo says:

    Così si esprime pure la Direzione Urbanistica, telefonicamente.

    Rispondi
  3. Anonimo says:

    Buon giorno. non so , ma da quello che ho capito, mi pare che i Comuni che hanno il registro dei vecchi crediti possono fare varianti, almeno così fanno gli urbanisti incaricati delle varianti.

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows