Le mansioni superiori nel pubblico impiego comunale

29 Mag 2018
29 maggio 2018

Un ricorrente esponeva di aver prestato servizio presso un comune veneto fino al 1 gennaio 1994, data di collocamento a riposo e che, nonostante fosse inquadrato con la qualifica di commesso di III livello, ha svolto le mansioni superiori di autista corrispondenti a quelle di operaio specializzato di IV livello ai sensi del DPR 25 giugno 1983, n. 347 in un posto vacante in organico.

Solo dal 1991, in applicazione della specifica disciplina prevista dal regolamento organico del comune, gli è stata riconosciuta la qualifica superiore e il diritto alla relativa retribuzione senza tuttavia alcun riconoscimento per il periodo pregresso.

Per tale periodo ha chiesto l’accertamento del diritto di inquadramento alla IV qualifica anziché alla III, con conseguente condanna al pagamento delle differenze retributive, ma il TAR Veneto ha respinto il ricorso.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato


Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows