Quando l’atto endoprocedimentale è immediatamente impugnabile

06 Feb 2018
6 febbraio 2018

Di solito si afferma che nel processo amministrativo gli atti endoprocedimentali, vale a dire quelli che non esprimono la determinazione finale della Pubblica amministrazione, possono essere contestati soltanto unitamente al provvedimento finale conseguentemente adottato.

Tuttavia tale affermazione non può valere come un criterio assoluto e ineluttabile, perchè ci sono casi nei quali, al contrario, l'atto impugnabile nel termine di decadenza è proprio quello endoprocedimentale. 

Pubblichiamo sulla questione una sentenza del TAR Piemonte. 

Post di Dario Meneguzzo - avvocato


Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows