L’accesso agli atti defensionale va dimostrato

21 Apr 2021
21 aprile 2021

L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato ha stabilito che l’interesse sotteso all’accesso agli atti cd. defensionale, ex art. 24, c. 7 della l. n. 241/1990, deve essere dimostrato alla Pubblica Amministrazione che, per consentire l’ostensione dei documenti richiesti, deve valutare attentamente i documenti e le motivazioni addotte dall’istante. Infatti, il Massimo Organo della Giustizia Amministrativa non ritiene sufficiente il mero richiamo alle esigenze probatorie e/o difensive del giudizio instaurato o instaurando, ma richiede che il privato fornisca adeguata prova di tali necessità processuali.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows