Questioni in materia di accesso agli atti

06 Ott 2016
6 Ottobre 2016

Con sentenza del Tar Puglia – Bari è stato statuito che la valutazione  che la P.A. è chiamata ad effettuare circa la sussistenza o meno del diritto di accesso deve essere effettuata in “astratto” senza alcun apprezzamento circa la validità probatoria  della documentazione richiesta o la fondatezza della domanda giudiziale eventualmente proponibile.

La stessa sentenza si è espressa anche sull’interesse alla riservatezza per molti versi contrapposto molte volte a quello dell’accesso, rilevando che  esso è notoriamente destinato a recedere quando l’istanza di accesso venga esercitato per la diretta difesa giudiziale di un interesse non emulativo ma giuridicamente e concretamente apprezzabile. Inoltre, è consolidato l’orientamento giurisprudenziale ai sensi del quale la partecipazione ad una gara comporta che la documentazione, come quella relativa ai requisiti di partecipazione di un concorrente fuoriesca dalla sfera del suo riservato dominio, per porsi su un piano di valutazione comparativa rispetto a quella depositata da altri concorrenti.

Post di Gianmartino Fontana - avvocato

 

 Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

 

Tags: ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows