La Corte di Giustizia UE si esprime sulla (non) applicabilità della normativa appalti ai servizi legali

12 Giu 2019
12 giugno 2019

È ormai diventata una vexata quaestio l’applicabilità o meno delle procedure ad evidenza pubblica alle procedure di selezione dell’avvocato da parte della P.A.

A questo proposito, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha dichiarato compatibile con i Trattati istitutivi le norme della direttiva 2014/24/UE che escludono dalla normativa appalti diverse prestazioni professionali dell’avvocato.

La Corte ha spiegato che il rapporto tra avvocato e assistito è connotato da un delicato rapporto di fiducia e dalla massima riservatezza: ciò rende difficile scrivere un bando pubblico con la descrizione oggettiva della qualità che si attende dai servizi da prestare, destinato ad essere letto dalla generalità dei consociati.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows