Ancora sulla “vicinitas” ai fini della impugnazione dei titoli edilizi

17 Feb 2017
17 Febbraio 2017

Una sentenza del TAR Perugia si schiera contro l'orientamento giurisprudenziale secondo il quale la vicinitas non basta per impugnare il titolo edilizio del vicino (orientamento per il quale occorrerebbe un ulteriore specifico interesse): per il TAR il vicino ha di per sè interesse al ricorso.

Il TAR precisa anche che, se la "vicinitas" venisse intesa come mero criterio di legittimazione al ricorso (nel senso che da sola bastasse a ritenere il vicino legittimato al ricorso), ma si pretendesse poi che il ricorrente dimostrasse anche uno specifico interesse al ricorso (questione, quindi, diversa dalla legittimazione in senso stretto), tale interesse potrebbe scaturire anche da profili elementari, come l'aumento del traffico nella zona.

Insomma alla fine il TAR Perugia si accontenta della "vicinitas", cosa che, in verità, appare anche condivisibile, a meno che non sia più che evidente che al ricorrente il titolo del vicino non comporta neanche il minimo pregiudizio potenziale (profilo che dovrebbe essere eccepito e dimostrato dal resistente, a mio parere).

Post di Dario Meneguzzo - avvocato

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

Tags: ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows