Abuso edilizio sul suolo condominiale

13 Gen 2021
13 Gennaio 2021

Nel caso di specie, la proprietaria di un ristorante-pizzeria posto al piano terra di un condominio svolgeva la propria attività anche nell’area scoperta di proprietà del condominio, in forza di un contratto di locazione.

Per la copertura dei tavoli posti nell’area, la ristoratrice installava abusivamente un “tendone a caduta”, fissato su pilastri metallici.

A seguito dell’ordinanza di demolizione del Comune, il privato presentava istanza di sanatoria ex art. 36 d.P.R. 380/2001 e istanza di autorizzazione paesaggistica in sanatoria ex art. 146 d.lgs. 42/2004.

In un primo tempo l’amministratore condominiale trasmetteva informalmente l’assenso dei condomini. Poi però, il condominio comunicava ufficialmente al Comune di non aver mai autorizzato l’istanza di sanatoria.

Il TAR Veneto ha affermato che, stando così le cose, il Comune ha legittimamente denegato la sanatoria, per mancanza del nulla-osta condominiale.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows