Sull’accesso agli atti

08 Ott 2019
8 ottobre 2019

Il T.A.R. ricorda i presupposti per l’accesso agli atti e le ipotesi di diniego all’ostensione dei documenti richiesti.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

La premialità edilizia, la compensazione urbanistica e il trasferimento dei diritti edificatori

08 Ott 2019
8 ottobre 2019

Segnaliamo un interessante articolo, pubblicato sul sito www.giustizia-amministrativa.it, dal Prof. G. Paolo Cirillo, Presidente di sezione del Consiglio di Stato, intitolato "La premialità edilizia, la compensazione urbanistica e il trasferimento dei diritti edificatori"

https://www.giustizia-amministrativa.it/web/guest/-/cirillo-la-premialita-edilizia-la-compensazione-urbanistica-e-il-trasferimento-dei-diritti-edificatori

cirillo04102019

Post di Daniele Iselle - funzionario comunale

Annullamento del Permesso di Costruire per vizi sostanziali

07 Ott 2019
7 ottobre 2019

Nel caso di specie, i privati hanno provato a sostenere che, a seguito dell’annullamento del loro Permesso di Costruire per vizi sostanziali (in sede di ricorso straordinario al Capo dello Stato), il Comune avrebbe il dovere di riesaminare l’istanza di titolo edilizio a suo tempo presentata e che, se non lo fa, matura il silenzio-assenso ex art. 20, co. 8 d.P.R. 380/2001.

Il TAR Veneto ha invece affermato che, in caso di annullamento di un PdC per carenza di requisiti sostanziali, il Comune deve esercitare i suoi poteri sanzionatori, al punto che l’ordinanza di demolizione diviene atto vincolato.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Contestazione di una destinazione d’uso difforme da quella assentita

07 Ott 2019
7 ottobre 2019

Il TAR Veneto ha affermato che il codice “ATECO” assegnato ad un’impresa rileva solo a fini statistici e non può essere usato dal Comune per contestarle di aver impresso al proprio immobile una destinazione d’uso difforme da quella assentita (nel caso di specie, commerciale invece che produttiva).

Il Comune ha tentato di giustificarsi offrendo altri elementi istruttori in corso di causa, ma com’è noto, la carente motivazione di un provvedimento non può essere integrata in sede giudiziale, pena la violazione del diritto alla partecipazione e al contraddittorio del privato nel procedimento amministrativo.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Sulla limitazione dell’orario delle sale gioco

07 Ott 2019
7 ottobre 2019

Il T.A.R. Veneto conferma il suo orientamento in materia di limitazione degli orari delle sale gioco.

Post di Matteo Acquasaliente - avvocato

Read more

Notificazione dell’atto processuale con il file word

05 Ott 2019
5 ottobre 2019

La Cassazione ha precisato che è valida la notificazione dell’atto processuale tramite Pec (posta elettronica certificata), allegando il “file word” (ossia in formato .doc) e non il pdf.

La Cassazione ribadisce la validità della notifica di un file .doc

Legittimazione del comune dissenziente a proporre opposizione avverso la determinazione conclusiva della conferenza di servizi

04 Ott 2019
4 ottobre 2019

Il Consiglio di Stato ha espresso un parere, richiesto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri,  circa la legittimazione del comune dissenziente a proporre opposizione avverso la determinazione conclusiva della conferenza di servizi, ai sensi dell'articolo 14-quinquies, della legge 7 agosto 1990, n. 241, come introdotto dall'articolo 7 del decreto legislativo 30 giugno 2016, n.127.

La questione si è posta perchè pervengono  alla Presidenza  pervengono numerose opposizioni, ai sensi dell'art. 14-quinquies della legge n. 241 del 1990, formulate da amministrazioni comunali a vario titolo chiamate ad esprimersi in seno a conferenze di servizi aventi ad oggetto impianti od opere da autorizzare da parte di amministrazioni prevalentemente regionali (ad es., impianti di smaltimento di rifiuti, impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile, opere di mitigazione del rischio idrogeologico, etc.), sicché è emersa la questione della possibilità, per le amministrazioni comunali che hanno manifestato dissenso in seno alla conferenza di servizi di primo livello, di attivare lo strumento dell’opposizione davanti al Consiglio dei ministri previsto dall’art. 14-quinquies della legge n. 241 del 1990, come introdotto dal decreto legislativo n. 127 del 2016.

Il Consiglio di Stato giunge alla conclusione che in linea di massima si deve escludere una competenza comunale idonea a legittimare la proposizione dell’opposizione ai sensi dell’art. 14-quinquies della legge n. 241 del 1990, ma che tale possibilità non possa essere esclusa a priori con assoluta certezza, residuando comunque la possibilità che essa possa trovare il suo fondamento in attribuzioni o deleghe di funzioni di tutela ad opera di leggi statali o regionali settoriali.

Post di Daniele Iselle - funzionario comunale
Read more

Terre e rocce da scavo

04 Ott 2019
4 ottobre 2019

Il TAR Veneto ha ricostruito l’avvicendamento delle norme legislative e regolamentari di diritto ambientale che si applicano alle terre e rocce da scavo.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Read more

Tornate efficaci le vecchie disposizioni sul danno differenziale, precedenti alla modifica del 2018

04 Ott 2019
4 ottobre 2019

La legge 28 giugno 2019, n. 58 ha cancellato le lettere a), b), c), d), e) e f) del comma 1126 dell'art. 1 legge 30 dicembre 2018, n. 145.

Tornano, così, efficaci le precedenti  disposizioni sul “danno differenziale”.

Della riforma del 2018 rimane in vigore la disposizione relativa all'azione di regresso dell'INAIL verso il datore di lavoro.

Sulla c.d. “tolleranza di cantiere” del 2%

03 Ott 2019
3 ottobre 2019

Una sentenza del TAR Veneto si occupa del comma 2-ter dell’art. 34 DPR 380/2001, che prevede la tolleranza del 2%.

Il TAR Veneto afferma che la misurazione del 2% va fatta in concreto, comparando il progetto approvato e quanto effettivamente realizzato e che per valutare la rilevanza degli scostamenti non rilevano le definizioni ed il metodo di misurazione degli elementi geometrici contenute nelle NTA.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato 
Read more

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows