Il sepolcro di famiglia e le figlie sposate

24 Mar 2021
24 Marzo 2021

Secondo una consuetudine risalente nel tempo, nel sepolcro di famiglia, dato in concessione dal Comune al fondatore, hanno diritto a esservi ospitati  i discendenti maschi del fondatore e le figlie non sposate, ma non le figlie sposate.

In passato alcuni Comuni scrivevano questo anche nel disciplinare di concessione e nei vigenti regolamenti cimiteriali si può trovare scritto che le vecchie concessioni sono regolate da quanto previsto nel loro disciplinare.  

E' evidente, però, che questa regola è incompatibile coi principi di uguaglianza e di parità disciplinati dalla Costituzione e dal codice civile, ma la questione continua a spuntare qua e là nelle cause in tribunale.

Una buona idea sembra quella del Comune di Roma, che con la deliberazione consiliare n. 74 del 2002, ha aggiunto al regolamento l'art. 111 bis, il quale stabilisce che le figlie femmine sposate hanno diritto al sepolcro anche se la concessione stabiliva il contrario.

Deliberazione 74_2002 del CC - Norme di concessione - Figlie femmine (1)

Post di Dario Meneguzzo - avvocato

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows