Competenza del Direttore della struttura competente in materia di difesa del suolo a emettere parere tecnico sul Piani di Assetto Idrogeologico (PAI)

14 Ott 2021
14 ottobre 2021

E' stata pubblicata sul Bur n. 135 del 12 ottobre 2021 la deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 1306 del 28 settembre 2021, riguardante la competenza a emettere il parere tecnico regionale sulle richieste di modifica delle aree a pericolosità idraulica e idrogeologica dei Piani di Assetto Idrogeologico (PAI). 

Ai sensi delle norme di attuazione dei PAI, infatti,la Regione deve esprimere un parere tecnico sulle richieste di modifica delle aree a pericolosità idraulica e idrogeologica. Fino ad ora tale parere è stato reso con DGR a meno che non si trattasse di situazioni di limitata entità in cui il provvedimento era espresso con Decreto dal Direttore della struttura competente in materia di difesa del suolo. Per semplificare la procedura istruttoria la Regione ha stabilito  che il parere tecnico venga espresso con Decreto dal Direttore della struttura competente in materia di difesa del suolo.

Post di Daniele Iselle - funzionario comunale

dettaglioAtto (14)

Tags:
3 replies
  1. Anonimo says:

    Risulta interessante il passaggio in cui si dice nel DGR che fa la Regione:

    “ Pertanto le conoscenze le conoscenze e le indicazioni di tale PAI, integrate con le informazioni sulla pericolosità ricavabili dal PGRA, costituiscono un dato imprescindibile nell’assunzione delle determinazioni di carattere urbanistico ed edilizio a cui la Amministrazioni comunali, sono chiamate nell’esercizio delle competenze ad asse attribuite.”

    Poi nello stesso DGR si da parere / proposta di aggiornamento della carta-

    Sarebbe corretto dire NO, visto che devo andare ad aggravare una zona pericolosa-

    Rispondi
  2. Anonimo says:

    Diciamo che la regione si è tolta dall imbarazzo di dovere dare pareri in deroga, che la mettevano su un piano scomodo

    Rispondi
  3. Anonimo says:

    Già il pensare che la proposta di aggiornamento di aree a pericolosità idraulica e idrogeologica dei Piani di Assetto Idrogeologico (PAI), è una cosa forzata e di scarsa programmazione (in genere motivata dalle assenze di aree dove potere costruire in forma diretta, quindi sono sempre deroghe tipo art. 4 LR n. 55/2012), anche se viene dimostrato uno studio idraulico e il progetto di mitigazione dei rischi idraulici; il fatto che la regione doveva dare un parere Tecnico, a me è sembrato più un fatto politico che strettamente tecnico- geom. giglio.

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows