Cosa succede se gli oneri vengono pagati al funzionario infedele, che se li intasca?

19 Ago 2016
19 Agosto 2016

Il TAR Emilia Romagna dichiara insussistente il debito nei confronti del Comune relativamente al contributo per costo di costruzione per  un permesso di costruire il cui pagamento è avvenuto nelle mani di un funzionario infedele che si è appropriato della somma versate mediante assegno.

Di qui la fondatezza della pretesa della società ricorrente a vedersi dichiarare liberata dall’obbligo di pagamento di una somma di denaro che l’Amministrazione comunale assume ancora dovuta, posto che il pregresso pagamento nelle mani del funzionario infedele – in virtù del principio dell’apparenza giuridica – aveva determinato l’estinzione dell’obbligazione e la necessità che l’ente locale si rivalesse, a quel punto, sul proprio dipendente.

Post di Gianmartino Fontana - avvocato

 

 

 Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

 

 

Tags: ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows