E’ illegittimo inibire una SCIA dopo i 30 giorni, ma può essere esperita l’autotutela

05 Mar 2015
5 Marzo 2015

Decorsi 30 giorni, al Comune non è più consentito interrompere i lavori avviati a seguito della denuncia  di inizio attività. Il ritardo maturato dall’Amministrazione, salvo i casi espressamente previsti, determina l’illegittimità del provvedimento inibitorio adottato dalla stessa dopo tale periodo per lesione dell’affidamento ingenerato nel privato circa l’assentibilità dei lavori. Rimane salvo il potere dell’Amministrazione di autotutela, sempre che ne ricorrano i presupposti.

Tags: , ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows