Normativa antinfortunistica e cambio d’uso

10 Dic 2020
10 Dicembre 2020

Nel caso di specie, il privato presentava una DIA per eseguire un cambio d’uso senza opere del proprio immobile da magazzino a studio artistico artigianale.

Il Comune diffidava l’istante al cambio d’uso, rilevando violazioni della normativa antinfortunistica.

Il privato provava a difendersi sostenendo che i requisiti anche strutturali, previsti dalla disciplina antinfortunistica ex l. 626/1994, come richiamata dalla circolare regionale n. 13 del 1997, non andrebbero osservati negli ambienti destinati ad ospitare attività di lavoro autonomo senza la presenza di dipendenti.

Il TAR Veneto ha disatteso questa ricostruzione, poiché la normativa non compie alcuna differenziazione tra ambienti destinati ai lavoratori autonomi, piuttosto che subordinati.

Post di Alberto Antico – dottore in giurisprudenza

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows