Il vincolo del giudicato non determina per la P.A. soccombente un divieto assoluto di riedizione del potere

09 Nov 2016
9 Novembre 2016

Il Tar Toscana in una recente sentenza ha statuito che il vincolo del giudicato non determina, peraltro, un divieto assoluto di riedizione del potere nei confronti dell’amministrazione soccombente, né il venir meno di ogni discrezionalità valutativa rispetto alle stesse questioni che siano state oggetto espresso o implicito del riesame giurisdizionale, pur con i limiti che da questo discendono e che possono attenere alla sussistenza di determinati presupposti sostanziali relativi alla pretesa del ricorrente, ovvero all’obbligo di rinnovare le proprie valutazioni secondo buona fede e in ossequio al principio di leale collaborazione, perché sia data concreta attuazione alla decisione del giudice.

Post di Gianmartino Fontana - avvocato

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

Tags: ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows