Un rimedio sconosciuto contro i provvedimenti della Soprintendenza: la Commissione regionale per il patrimonio culturale

12 Apr 2016
12 Aprile 2016

L'art. 39 del D.P.C.M.  29 agosto 2014, n. 171 disciplina le Commissioni regionali per il patrimonio culturale, organo cui bisogna ricorrere con fulminea velocità.

Il comma 3 stabilisce che: "La Commissione svolge altresi' le funzioni di Commissione di garanzia per il patrimonio culturale di cui all'articolo 12, comma 1-bis, del decreto-legge n. 83 del 2014, convertito nella legge n. 106 del 2014. A tal fine: a) la Commissione puo' riesaminare i pareri, nulla osta o altri atti di assenso comunque denominati rilasciati dagli organi periferici del Ministero, entro il termine perentorio di 10 giorni dalla ricezione dell'atto, che e' trasmesso in via telematica dai competenti organi periferici del Ministero, contestualmente alla sua adozione, anche alle altre amministrazioni statali, regionali o locali coinvolte nel procedimento; queste ultime possono chiedere il riesame dell'atto entro 3 giorni dalla ricezione dell'atto. Decorso inutilmente il termine di 10 giorni di cui al precedente periodo, l'atto si intende confermato; b) qualora il riesame da parte della Commissione confermi il dissenso espresso dagli organi periferici del Ministero in sede di conferenza di servizi ai sensi dell'articolo 14-quater, comma 1, della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, la decisione, ai sensi dell'articolo 14-quater, comma 2, delle legge n. 241 del 1990, puo' essere rimessa dall'amministrazione procedente alla deliberazione del Consiglio dei ministri".

Un Comune ha chiesto alla Soprintendenza un parere di compatibilità ambientale, ai sensi dell'art. 146, comma 9 del D.lgs. 42/2004, per asfaltare una strada, ottenendo una risposta negativa.

Allora, nel brevissimo termine previsto dal D.P.C.M. sopra citato, il Comune si è rivolto alla Commissione regionale, la quale ha ribaltato il verdetto, rilasciando il parere favorevole (il tempo tra il ricorso e la risposta è stato di circa tre mesi).

Il rimedio vale anche per il vincolo paesaggistico.

Post di Dario Meneguzzo - avvocato 

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

Tags: ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows