Archive for category: risarcimento danni

Responsabilità del progettista e del direttore dei lavori in caso di violazione della normativa urbanistica

13 Apr 2015
13 aprile 2015

Pubblichiamo la relazione dell’avv. Dario Meneguzzo, esposta al convegno di Creazzo del 10 aprile 2015, sulla responsabilità del progettista e del direttore dei lavori (e dei tecnici comunali)  in caso di violazione della normativa urbanistica. Creazzo 10 aprile 2015

Per ottenere dalla P.A. il risarcimento del danno da ritardo occorre provare tutti i presupposti di cui all’articolo 2043 del codice civile

24 Mar 2015
24 marzo 2015

Il TAR precisa che la richiesta di accertamento del danno da ritardo ovvero del danno derivante dalla tardiva emanazione di un provvedimento favorevole, se da un lato deve essere ricondotta al danno da lesione di interessi legittimi pretensivi, per l’ontologica natura delle posizioni fatte valere, dall’altro, in ossequio al principio dell’atipicità dell’illecito civile, costituisce una fattispecie sui generis, di natura […]

SUAP: non è dovuto alcun risarcimento se il consiglio comunale boccia una variante già approvata all’unanimità dalla conferenza di servizi

03 Mar 2015
3 marzo 2015

Il TAR afferma che l’approvazione all’unanimità di una variante al PRG da parte della conferenza di servizi in sede di sportello unico per le attività produttive non obbliga in alcun modo il consiglio comunale a recepirla e il rifiuto non comporta alcun obbligo risarcitorio a carico del comune. 

Come si calcola il risarcimento del danno da illegittima occupazione di un fondo da parte della P.A.

16 Feb 2015
16 febbraio 2015

Segnaliamo una sentenza del TAR che, oltre a inquadrare  l’applicazione dell’art. 42 bis del D.P.R. n. 327/2001, fornisce un esempio di come si calcola il risarcimento del danno da illegittima occupazione del fondo da parte della P.A. (fondo che deve o essere restituito al proprietario o acquisito, ai sensi del citato articolo).

La sopravvenuta mancanza di interesse all’annullamento non fa venire meno anche la pretesa risarcitoria

16 Feb 2015
16 febbraio 2015

Il T.A.R.  coordina la sopravvenuta carenza di interesse alla coltivazione del ricorso impugnatorio con il permanere dell’interesse alla condanna risarcitoria.

Risarcimento danni per ritardato rilascio del permesso di costruire: non spetta se l’interessato non si attiva per evitarlo

10 Feb 2015
10 febbraio 2015

Anche se il Comune è chiaramente fuori termine, non esiste un automatismo tra questo fatto e il diritto a ottenere il risarcimento del danno. Alla fattispecie, infatti, è applicabile  quanto previsto dall’art. 1227 del codice civile nella parte in cui detta disposizione prevede la dimidiazione del diritto al risarcimento qualora il fatto colposo del creditore abbia […]

Questioni connesse al risarcimento del danno da parte della P.A.

27 Gen 2015
27 gennaio 2015

 Il T.A.R. si occupa di alcuni aspetti collegati al risarcimento del danno ingiusto subito da un privato da parte delle Pubblica Amministrazione. Nel caso di specie, però, trova applicazione l’art.2947, c. 1, c.c. perché la fattispecie dedotta quale fonte di responsabilità si è perfezionata prima dell’entrata in vigore dell’art. 30 c.p.a..

Il danno da ritardo ha natura extracontrattuale

19 Gen 2015
19 gennaio 2015

Il T.A.R. Milano si occupa del danno da ritardo connesso alla richiesta di un provvedimento amministrativo, confermando la sua natura extracontrattuale ex art. 2043 c.c.: di conseguenza il danneggiato deve provare tutti gli elementi costitutivi della domanda.

Quando la P.A. viola il dovere di buona fede deve risarcire i danni

24 Dic 2014
24 dicembre 2014

Il T.A.R. Milano si occupa della responsabilità precontrattuale della Pubblica Amministrazione connessa alla procedura di gara. Il Collegio afferma che, non solo per i privati, ma anche per la Pubblica Amministrazione c’è l’obbligo di comportarsi secondo il criterio della buona fede oggettiva. Il recesso ingiustificato viola la buona fede.

Quando è dovuto il danno curriculare?

11 Dic 2014
11 dicembre 2014

Il T.A.R. indica quando è dovuto e come deve essere calcolato il c.d danno curriculare, ovvero il danno che l’offerente (escluso dalla gara o non aggiudicatario) subisce per non aver potuto “incrementare” il suo curriculum anche con l’aggiudicazione di questo appalto.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows