Interventi edificatori fuori dal consolidato

30 Nov 2022
30 Novembre 2022

Il TAR Veneto ha affermato che, a seguito della riforma sul consumo di suolo, ogni intervento edificatorio su un’area esclusa dall’ambito di urbanizzazione consolidata (AUC) è subordinato ad una procedura ad evidenza pubblica, volta a valutare la migliore proposta per l’interesse pubblico, e può, dunque, essere autorizzato solo a valle di una comparazione con eventuali proposte di altri soggetti (cfr. art. 17 l.r. Veneto 11/2004, come modificato dall’art. 22 l.r. Veneto 14/2017).

Post di Daniele Iselle

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

1 reply
  1. Anonimo says:

    Giustissimo- vuol dire che se io ho come Comune solo 1.000 mq di area da consumare e mi chiedono di costruire 1.000 mq, esaurisco tutto – per cui non posso piĂą rilasciare interventi fuori dal consolidato, visto che ci sarebbe un evidente contrasto se non si andrebbe a fare l’evidenza pubblica e dare la possibilitĂ  ad altri cittadini di formulare eventuali proposte- alla fine sceglie il Consiglio comunale a chi dare la possibilitĂ  di fare interventi, secondo il prevalente interesse pubblico-

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows