Se la cartografia del PRG prevede l’allineamento dell’edificio al confine questo deroga alla regola generale dei 5 metri dal confine

27 Nov 2014
27 Novembre 2014

La Corte di Appello di Venezia ritiene che, qualora un PRG preveda in una NTA come regola generale la distanza di 5 metri dal confine, costituisca una norma speciale (che prevale su quella generale di cui sopra) la cartografia del PRG che consente l'allineamento dell'edificio a confine (e, quindi, l'edificio si può costruire a confine).  Quindi la Corte risolve in base al principio di specialità l'annosa questione di quale disposizione prevalga nel caso di conflitto tra disposizioni normative e previsioni grafiche all'interno dello stesso PRG.

Si legge nella sentenza del 23 settembre 2014: "Il primo Giudice ha individuato quale norma regolante la distanza degli edifici dal confine di proprietà la norma amministrativa locale, richiamata dall’art 873 c.c., ma nell’individuare la norma amministrativa non ha applicato il criterio di specialità nell’interpretazione della norma amministrativa richiamata. Il Regolamento locale richiamato dall’art 873 c.c. è costituito dal PRG del Comune di Thiene. Quest’ultimo prevede una norma generale determinante la distanza degli edifici dal confine, in via generale, e norme speciali per alcune zone specifiche del Comune di Thiene.

Per principio generale interpretativo delle norme, la norma speciale prevale sulla norma generale.

Gli edifici delle parti in causa sono pacificamente ubicati in centro storico e abbiamo visto che in questa zona, il P.R.G. di Thiene, cui rimandano l’art. 5 del regolamento edilizio e l’art. 13 delle N.T.A. del Comune di Thiene, per il centro storico, punto B), sopra illustrati, con riferimento all’edificio dell’appellante, prevede espressamente nella cartografia – planivolumetrico - l’allineamento a confine dell’edificio, come risulta dall’estratto del P.R.G. dei luoghi per cui è causa.

Il permesso a costruire rilasciato dal Comune di Thiene al Convenuto per ristrutturare l’edificio oggetto di causa è conforme al Regolamento locale (P.R.G.) richiamato dall’art. 873 c.c. quale fonte integrativa del C.C.".

Dario Meneguzzo - avvocato

sentenza Corte Appello Venezia 23 settembre 2014

Tags: , ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows