Gli incrementi di volumetria finalizzati alla rigenerazione urbana: ristrutturazione o nuova costruzione, e a quali condizioni?

01 Dic 2020
1 Dicembre 2020

In vista del seminario online, organizzato da Italiaius per mercoledì 2 dicembre, l'avv. Domenico Chinello, che sentitamente ringraziamo, ci invia un articolo, che volentieri pubblichiamo, sul nuovo concetto di ristrutturazione con aumenti di volume, finalizzati anche alla rigenerazione urbana

Chinello_Gli incrementi di volumetria finalizzati alla rigenerazione urbana

2 replies
  1. Anonimo says:

    I prontuari per la qualità architettonica e mitigazione ambientale, in quanto applicabile anche agli interventi sul patrimonio edilizio esistente, costituiscono parte integrante del piano degli interventi e delle presenti N.T.O., ai sensi dell’art. 17 della L. R. 11/2004. Una parte del prontuario è dedicata alla “Sostenibilità ambientale degli edifici” definisce: i requisiti volontari e le forme di incentivazione finalizzate alla promozione del risparmio energetico e all’utilizzo di fonti rinnovabili, prevedendo bonus volumetrici variabili dal 10% al 20% della potenzialità edificatoria prevista dalle presenti N.T.O..

    Il Prontuario per la qualità architettonica e mitigazione ambientale, ha lo scopo di disciplinare le azioni progettuali e costruttive necessarie per favorire l’utilizzo di principi costruttivi e buone pratiche allo scopo di raggiungere più elevati livelli prestazionali rispetto allo standard.

    Tali norme, non avendo carattere cogente, ma di indicazione procedurale volontaria, individuano criteri di incentivazione volti a compensare maggiori costi di ricerca progettuale, di modifica dei metodi costruttivi e di apporti qualitativi introdotti nel processo edilizio

    La domanda è: tali bonus volumetrici possono essere considerati ristrutturazione ai sensi dell’art- 3 ???

    Rispondi
  2. Anonimo says:

    Rimane sempre da chiarire questi 2 punti:
    Una via più estensiva solo ove la legge o gli strumenti urbanistici comunali lo prevedano, sono ammessi incrementi di volumetria, anche per promuovere interventi di rigenerazione urbana.

    Una via più restrittiva, per gli immobili tutelati dal Codice Urbani, devono essere mantenuti sagoma, prospetti, sedime e caratteristiche planivolumetriche e tipologiche dell’edificio preesistente e non sono previsti incrementi di volumetria.

    geom. giglio

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows