Come fa il debito pubblico italiano a aumentare così tanto?

24 Ott 2013
24 Ottobre 2013

Nel secondo trimestre del 2013 il debito pubblico italiano è salito a 2076 miliardi di euro. Nel febbraio del 2011 era pari a 1876 miliari (circa) e nel gennaio 2012 a 1936 miliardi (circa).

Insomma è aumentato di 200 miliardi di euro in due anni.

Di fronte a questo dato è evidente quanto sia surreale la sceneggiata della abolizione dell'IMU e della sua sostituzione con altre imposte (TARES o TASI o come altro le chiameranno).

Qualcuno mi accuserà di disfattismo se dico che mi viene in mente la famosa battuta: "siamo arrivati sull'orlo del baratro, ora bisogna fare un passo in avanti"?

Mi chiedo quanto manchi ancora al punto di rottura del sistema, ma, in tutto sincerità, non lo so, anche se mi sembra realistico pensare che debba esserci un punto di rottura.

Dario Meneguzzo

Tags: , ,
3 replies
  1. Alberto says:

    …credo che Cipro piuttosto che la Grecia possano essere, per certi versi, non scomodati a sproposito. Per la cronaca posso citare il mio caso: dal 2006 al 2013 + 110% TARSU/TARES (alla faccia della differenziata)…per dirne una! Ma ho letto un libro interessante e veritiero: Sopravvivere alle crisi (Jacques Attali)

    Rispondi
  2. luisetta peronato says:

    attendiamo la tassa sul macinato, di borbonica memoria…senza considerare che è in vista l’aumento della marca da “8” ad euro 25, forse 27……
    Gli italiani sembrano subire tutto ciò, senza accorgersi di essere ormai dei sudditi, non dei cittadini.

    Rispondi
  3. EL ME STAGA TENTO says:

    Dobbiamo forse arrivare ad una nuova guerra, non con le armi magari, per fare tabula rasa e ricominciare??? Forse si, ormai è lungo il tempo di pace che è trascorso, statistiche alla mano.

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows