Nel caso di immobile in zona di vincolo idraulico, la giurisdizione del TSAP non si estende alle censure che non riguardano l’asserita violazione del vincolo idraulico

22 Gen 2015
22 Gennaio 2015

Il TAR Toscana ha esaminato un caso nel quale una società ha impugnato i provvedimenti con cui il Comune di Firenze ha respinto la domanda di condono relativa alla realizzazione di una struttura di metallo e vetro con destinazione ristorante sulla sponda del fiume Arno e ne ha, poi, ingiunto la demolizione, ritenendo l’opera contrastante con il vincolo di rispetto assoluto della fascia di 10 metri dagli argini dei fiumi imposto dall’art. 96 del RD 523/1904 e con le previsioni degli strumenti urbanistici. Il TAR ha dichiarato il parziale difetto di giurisdizione, decidendo, invece, i motivi del ricorso che non riguardavano la asserita violazione del vincolo idraulico e li ha accolti con una pronunzia non di annullamento, ma di accertamento, e questo in conseguenza del parziale difetto di giurisdizione. 

Questo contenuto è accessibile solo agli abbonati. Se sei abbonato, procedi con il login. Se vuoi abbonarti, clicca su "Come registrarsi" sulla colonna azzurra a destra

Tags: , ,
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows