D. lgs. 427/2004 – nuovo art. 146 comma 4 – ma cosa vuol dire che il ritardo sia dipeso dall’interessato?

25 Lug 2014
25 Luglio 2014

Il geom. Alberto Marangoni (responsabile del servizio edilizia privata del Comune di Spinea, che sentitamente ringraziamo) ha effettuato studio sulla relazione tra tempi di validità dell'autorizzazione paesaggistica e validità del titolo edilizio,   soprattutto alla luce delle recentissime modifiche introdotte al comma 4 dell'art. 146 del d. lgs. 42/2004.

Il nuovo testo è il seguente: "L'autorizzazione è efficace per un periodo di cinque anni, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione. I lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro, e non oltre, l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo. Il termine di efficacia dell'autorizzazione decorre dal giorno in cui acquista efficacia il titolo edilizio eventualmente necessario per la realizzazione dell'intervento, a meno che il ritardo in ordine al rilascio e alla conseguente efficacia di quest'ultimo non sia dipeso da circostanze imputabili all'interessato". (art. 146 comma 4, del Decreto Legislativo 22/01/2004 n. 42 e s.m. come modificato dall'art. 12, comma 1, lettera a), decreto-legge n. 83 del 31.05.2014)

CASO 1
Per le autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dal 01/06/2014 compreso (data di entrata in vigore del D.L. 83/2014)
VISTA l'autorizzazione paesaggistica n°.......... (allegata al presente atto) rilasciata, ai sensi dell'art. 146 del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i, in data ...... al  prot. n° ...... dal Settore urbanistica ed edilizia privata del Comune di Spinea, efficace per un periodo di cinque anni a decorrere dalla data di ricevimento della notifica di avvenuto rilascio del presente titolo edilizio, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati interventi deve essere sottoposta a nuova autorizzazione ai sensi di quanto previsto dall'art.146, comma 4, del citato decreto; si precisa altresì che, ai sensi del citato comma, i lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo.

Attenzione: per tutte le autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dal 01/06/2014 bisogna anche verificare se il presente titolo edilizio viene rilasciato con un ritardo che dipende da circostanze imputabili all'interessato.
In questa circostanza bisogna utilizzare questa frase: (proposta)
VISTA l'autorizzazione paesaggistica n°.......... (allegata al presente atto) rilasciata, ai sensi dell'art. 146 del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i, in data ...... al  prot. n° ...... dal Settore urbanistica ed edilizia privata del Comune di Spinea, la quale, in forza di quanto stabilito dall'art.12, comma 1, lettera a) del D.L. n°83/2014, è efficace per un periodo di cinque anni a decorrere dalla data del relativo rilascio in ragione del fatto che il presente titolo edilizio viene rilasciato con un ritardo che dipende da circostanze imputabili all'interessato (quali ...specificare...), scaduto il quale l'esecuzione dei progettati interventi deve essere sottoposta a nuova autorizzazione ai sensi di quanto previsto dall'art.146, comma 4, del citato decreto; si precisa altresì che, ai sensi del citato comma, i lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo.

CASO 2
Per le autorizzazioni paesaggistiche rilasciate tra il 21/08/2013 compreso (data di entrata in vigore della Legge n°98/2013) e il 01/06/2014 escluso (data di entrata in vigore del D.L. 83/2014)
VISTA l'autorizzazione paesaggistica n°.......... (allegata al presente atto) rilasciata, ai sensi dell'art. 146 del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i, in data ...... al  prot. n° ...... dal Settore urbanistica ed edilizia privata del Comune di Spinea, efficace per un periodo di cinque anni a decorrere dalla data del relativo rilascio, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati interventi deve essere sottoposta a nuova autorizzazione ai sensi di quanto previsto dall'art.146, comma 4, del citato decreto; si precisa altresì che, ai sensi del citato comma, i lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo.

CASO 3
Per le autorizzazioni paesaggistiche rilasciate prima del 21/08/2013 (data di entrata in vigore della Legge n°98/2013) che risultavano ancora efficaci alla data del 21/08/2013
VISTA l'autorizzazione paesaggistica n°.......... (allegata al presente atto) rilasciata, ai sensi dell'art. 146 del D.Lgs. 42/2004 e s.m.i, in data ...... al  prot. n° ...... dal Settore urbanistica ed edilizia privata del Comune di Spinea, efficace per un periodo di cinque anni a decorrere dalla data del relativo rilascio, scaduto il quale l'esecuzione dei progettati interventi deve essere sottoposta a nuova autorizzazione ai sensi di quanto previsto dall'art.146, comma 4, del citato decreto; si precisa altresì che: a) i lavori iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell'autorizzazione possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo; b) ai sensi dell'art.30, comma 3, della L.R. n°98/2013  è prorogato di tre anni il termine delle autorizzazioni paesaggistiche in corso di efficacia alla data del 21/08/2013 (a quanto pare le due opzioni sono entrambe valide ... anche se sembrano escludersi a vicenda)

Il responsabile del servizio edilizia privata del comune di Spinea
geom. Alberto Marangoni

Tags: , ,
1 reply
  1. Mirko z says:

    Aggiungiamo il fatto che l’ultima modifica del 146 è riconducibile a un decreto legge !!!

    Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows