Il terzo piano casa nel testo licenziato dalla seconda commissione consiliare

20 Nov 2013
20 novembre 2013

Pubblichiamo il terzo piano casa del Veneto nel testo licenziato dalla seconda commissione consiliare.

Si dice che verrà approvato dal consiglio regionale entro il 30 novembre 2013.

Piano Casa licenziato dalla Seconda Commissione

Tags: , , ,
4 replies
  1. Marco Pendola says:

    Ho una leggera confusione per quanto riguarda il secondo “articolo aggiuntivo” del capo II, con il quale sarebbero ammesse con le procedure di cui all’art. 50, commi 6,7 e 8 della L.R. 61/85 le varianti allo strumento urbanistico generale finalizzate all’insediamento di medie o grandi strutture di vendita, ESCLUSIVAMENTE ALL’ INTERNO DEL CENTRO STORICO.
    Mi chiedo:
    1) a cosa serve la norma, visto che già l’art. 2 comma 2 del regolamento regionale (DGR 1047 del 18.06.2013) stabilisce già che la “variante localizzativa” non serve per i centri storici?
    2) a cosa servirebbe in ogni caso una norma del genere se nel Veneto con ogni probabilità le potenziali grandi strutture di vendita in centro storico si possono contare sulle dita di una mano?
    3) perchè all’interno della legge sul “piano casa”, derogatoria agli strumenti urbanistici e finalizzata principalmente a dare impulso all’economia del settore che è in forte crisi, si vanno a penallizzare una buona parte dei Comuni del Veneto che non essendo dotati di PAT non possono intervenire con varianti allo strumento urbanistico strumento urbanistico PRG?

    Non so se queste perplessità sono fuori luogo, ma mi viene a caldo l’idea che se si estendesse la possibilità di intervenire con le varianti di cui all’art. 50, commi 6,7 e 8 della L.R. 61/85 anche ai CENTRI URBANI definiti all’art. 3 della L.R. 50/2012, la gran parte dei Comuni veneti ringrazierebbero e comunque l’impulso all’economia sarebbe maggiore, considerato che al di fuori del centro storico sicuramente esistono aree o immobili da riqualificare che sarebbero idonei a ricevere la grande distribuzione.
    Marco Pendola

    Rispondi
  2. Luca says:

    ma questi sono diventati tutti matti. Ma che cavolo di legge è questa?

    Rispondi
  3. alfa says:

    Sono riusciti ad incasinare in un miscuglio quello che poteva essere un buon testo della 355… non ho parole!

    Rispondi
    • gobegi says:

      Ampliamenti per le case a schiera solo se fatto da tutti, mentre nei condomini il limite è solo il codice civile. Quando in due delle tre proposte avevano deciso di allineare, proprio in virtù dei limiti introdotti all’ampliamento di questi immobili, per cui si ritorna di nuovo indietro.

      Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© Copyright - Italia ius | Diritto Amministrativo Italiano - mail: info@italiaius.it - Questo sito è gestito da Cosmo Giuridico Veneto s.a.s. di Marangon Ivonne, con sede in via Centro 80, fraz. Priabona 36030 Monte di Malo (VI) - P. IVA 03775960242 - PEC: cosmogiuridicoveneto@legalmail.it - la direzione scientifica è affidata all’avv. Dario Meneguzzo, con studio in Malo (VI), via Gorizia 18 - telefono: 0445 580558 - Provider: GoDaddy Operating Company, LLC

Hit Counter provided by Los Angeles Windows